Poesie

Lucia Biazzo
luciabiazzo@tiscalinet.it

IT'S MY LIFE


Antica la disputa sui diritti sin dalla cornice edenica.
Ricordai ad Adamo:
Siamo uguali. Veniamo dalla Terra.
Tentò di sottomettermi
con la Forza quasi a sera.
Fu una mancata integrazione
del Femminile per Adamo.
L'abbandonai e da Javhé volai.
Compagna rifiutata la ribellione fu sollevata.
Giudicata ribelle mi negarono le stelle
mi negarono la Via, non rispettai la Gerarchia.
Fu una mancata integrazione del Femminile.
Non mi distesi nell'urna delle tenebre.Non riposai.
Cielo, acqua, terra, fuoco
in me si risvegliarono.
Inquieta nello scin vivente.
in esilio e perpetuo volo ancor lamento
l'amara indifferenza. Eppure
per diritto di nascita tutti i poteri mi appartenevano!
Fu una mancata integrazione del Femminile, per Adamo.
Meritò Eva!
Scombussolato fu il divin piano, primo stigmatizzato Adamo
a fuoco d'Eva del suo peccato.
Per me, Lilith solitaria, l'integrazione del Mio maschile
mi fece seducente, santa e virile.
Così tramai la Nuova Via, senza scale nella spirale astrale.
 
AI FRATELLI AMERICANI

Settembre nero per gli U.S.A e il mondo intero

Uomo ripeti la Storia
pattume di eventi passati.
Imiti ancor eroi criminali
nessuna direzione per la Vita
l'Amore, la Compassione.

Come credere ora che il male é accidente
ed é il Buono che accade normalmente
quando morte-dolore sono presenti
finché Uomo ripeti la storia?

Il cuore degli Americani
bianchi, neri, gialli, rossi
pulsa ancor sotto la pioggia
di fuoco e cenere
nell'Eclisse voluta dall'Abisso.

Fatale il quadro astrale
della guerra stellare
con Plutone in Sagittario
e con Saturno in Gemelli.
In polvere le due torri gemelle
gli obelischi protesi al Sole
polvere che Nuova Luce diventa.

In principio... l'Artista creò.
La fine é principio.
Nell'abbraccio del Cerchio Magico
che i demoni tornino ad essere angeli
nella Terra dell'Eterno Presente.

11 settembre 2001
   
   
COME CIRCE

Qualcuno pensa
che sia un'infiltrata magica
oppure una donna integrata
saggia o speciale.

Altri sospettano
che sia una maga.
Poco importa a me
simile a Circe, Figlia del Sole.

Vivo solitaria
nella Torre d'Avorio.

Solo colui
che trova il Sentiero
al mio magico mondo
partecipa.

Come Circe
con la presenza e la mia Arte
nell'Athanor
avviene l'altrui trasmutazione.
-------------------- SACERDOTESSA

Nei tuoi occhi ardenti
mi specchio
nuda e gioiosa
pallida e purpurea
velata e voluttuosa.
Brucia d'incenso
la fiamma del serpente
e nel muto estatico
canto d'amore
si colma la Coppa
del latte delle stelle.
Scompare il tempio segreto
nel tramonto dalle palpebre blu.
   
Fai crescere questo sito con un voto.


Fasturl.it Scambio Banner

Circuito Banner Postadelcuore