Ike

Dolce bimbo che dormi

 

Sogno di una notte di mezza estate

fra grandi alberi, gnomi e belle fate,

al centro della foresta scura

dove ogni bimbo ha paura,

alle radici dell’albero più grande,

dove la ragione con il sonno si confonde.

Dolce bimbo che dormi nella tua culla,

stanotte la dea del sonno non ti culla

e ti agiti con le tue piccole mani

sperando che arrivi presto domani.

Ti guardo e nei tuoi sogni vorrei entrare

per proteggerti, per non farti agitare,

e piano, metto la mano sul tuo viso,

e subito, al contatto, mi fai un sorriso

e ti racconto di un amore, una storia

di me e tua madre, perché la tenga in memoria,

e dolce, come solo un bimbo può fare

mi stringi la mano e ritorni a sognare.


 

 

 

Fai crescere questo sito con un voto.

 

 

 

HOME PAGE

 


Cynegi Network